In riferimento agli spostamenti legati ad attività selvicolturali, informiamo che la Regione Piemonte, facendo anche seguito a nostre specifiche sollecitazioni, ha dato un’interpretazione più estensiva delle norme riguardanti il divieto di spostamento, ammettendo come lecito gli spostamenti per recarsi su fondi di proprietà per attività agricole (coltivazione di orti, raccolta di legna. etc.), non solo per le aziende agricole ma anche per i privati cittadini.

Sulla pagina web della Regione dedicata all’argomento, raggiungibile all’indirizzo:

https://www.regione.piemonte.it/web/temi/ambiente-territorio/foreste/emergenza-covid-19-interventi-selvicolturali-bosco-parte-privati-cittadini ,

si può infatti leggere: “…si reputa che l’interpretazione governativa sia applicabile anche alle attività selvicolturali, in quanto classificabili come una delle forme di coltivazione del terreno. Considerate tali motivazioni, d’intesa con il Comando Regionale dei Carabinieri Forestale e sulla base del Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2020, si ritiene che gli spostamenti sul territorio da parte di privati cittadini, finalizzati ad eseguire interventi selvicolturali per l’approvvigionamento di legna per autoconsumo siano consentiti”.