Articoli

I vertici di Confagricoltura hanno incontrato i vertici del Mipaaf per un confronto sulle problematiche del comparto ortofrutticolo e per indicare le linee prioritarie di intervento per consentire la ripresa della competitività delle imprese e dell’intero comparto. In un documento molto dettagliato sono state evidenziate le numerose difficoltà cui le aziende si sono trovate a dover fronteggiare: la crisi del segmento della IV gamma, la crisi delle clementine, le gelate di aprile 2021 – che è stato ricordato in alcuni territori si sovrappongono a quelle del 2020 – la cimice asiatica, la moria del kiwi, l’aumento dei costi di produzione che, in Italia, sono già da tempo più alti rispetto ai principali competitor. Confagricoltura ha identificato un set di strumenti su cui operare, che vanno dall’attivazione di risorse straordinarie integrative al Fondo di Solidarietà Nazionale, alla revisione di alcuni aspetti chiave del D.lgs. 102-2004, passando per il credito d’imposta sino ad arrivare a misure di flessibilità nella gestione dei programmi operativi delle OP ortofrutticole. Inoltre Confagricoltura ha ribadito la necessità di favorire gli investimenti, soprattutto in innovazione, agire sulla riduzione dei costi di produzione, favorire l’adesione dei produttori allo strumento assicurativo, realizzare un concreto snellimento burocratico, rafforzare le politiche di settore, dare concreta applicazione alla disciplina di contrasto alle pratiche sleali e rendere operativo il catasto ortofrutticolo.