A seguito delle piogge alluvionali che si sono verificate nella nostra Regione dal 19 ottobre al 25 novembre 2019, la Giunta Regionale ha approvato in data 21 febbraio 2020 la deliberazione n. 24-1043 con la quale è riconosciuta l’eccezionalità di tali eventi e sono delimitate le zone danneggiate.
Tale provvedimento consente di invocare le cause di forza maggiore o circostanze eccezionali e di richiedere la proroga di un anno della scadenza di:

 autorizzazioni di nuovo impianto dei vigneti e
 autorizzazioni di reimpianto.

Pertanto tutti i conduttori che dispongono di autorizzazioni prossime alla scadenza, i cui terreni ricadano nelle zone delimitate dalla deliberazione del 21 febbraio 2020 e che sono stati colpiti dalle conseguenze delle piogge alluvionali, che si sono verificate dal 19 ottobre al 25 novembre 2019, possono richiedere la proroga di un anno della scadenza delle autorizzazioni.
Dal confronto avuto con il Ministero, è emerso che non esistono disposizioni normative che impediscano di usufruire della proroga a seguito della dichiarazione dello stato di emergenza anche nel caso di autorizzazioni che sono già state prorogate per effetto della calamità naturale (siccità) del 2017.
Procedura operativa:

1. l’azienda invia una richiesta di proroga all’ufficio territoriale competente del Settore Attuazione programmi relativi alle produzioni vegetali ed animali mediante una comunicazione PEC all’indirizzo: produz.vegetalieanimali@cert.regione.piemonte.it indicando, come oggetto, “richiesta proroga autorizzazione_nome della provincia” e nel testo CUAA dell’azienda e numero delle autorizzazioni per cui si richiede la proroga.
2. qualora l’ufficio accolga tale richiesta invierà una mail al CSI all’indirizzo servizi.agricoltura@csi.it avente per oggetto “richiesta modifica data scadenza dell’autorizzazione” che deve riportare CUAA dell’azienda, numero autorizzazione e data modificata della scadenza;
3. i servizi agricoltura del CSI effettueranno la modifica della scadenza dell’autorizzazione all’interno dell’applicativo GRAPE.

Si ricorda, infine, che le autorizzazioni hanno validità triennale a partire dalla data di concessione, ma il mancato utilizzo delle autorizzazioni di nuovo impianto comporta l’applicazione delle sanzioni previste dall’articolo 69 della legge 12 dicembre 2016, n. 238, e, pertanto, si invitano i soggetti in indirizzo a dare massima diffusione alla presente comunicazione.