Saranno due gli eventi promossi e organizzati da Confagri Promotion nell’ambito dell’OCM Vino che si terranno in autunno e per i quali è possibile iscriversi adesso.
Il primo è un B2B di quattro giorni che si terrà il 5 e 6 ottobre a Roma, a Palazzo della Valle, per proseguire il 7 e l’8 ottobre ad Alba (nell’ambito dell’87ª Fiera del Tartufo Bianco). L’iniziativa coinvolgerà operatori di Messico, Singapore, Taiwan e Vietnam e prevede attività B2B con i buyer dei paesi individuati, degustazioni, seminari di approfondimento, possibilità di promuovere la propria azienda e i propri prodotti. E’ prevista inoltre la partecipazione – a proprie spese – alle cene organizzate con i buyer. La scelta dei Paesi da coinvolgere è frutto di analisi di mercato che hanno valutato livelli di crescita e propensione all’acquisto di questi Paesi.
Altro mercato assolutamente interessante per il settore vitivinicolo è quello texano, dove il consumo totale di vino ha registrato negli ultimi anni una progressiva crescita (12,8% nel corso del 2015). L’iniziativa si svolgerà a Houston nella prima metà di novembre e prevede – secondo un format già collaudato – un seminario introduttivo sul mercato texano, una giornata di B2B e una cena italiana con degustazione dei vini delle aziende partecipanti con gli operatori locali.
Per ulteriori informazioni e approfondimenti è possibile scrivere a: romano@confagricoltura.it e ulrike.nohrer@confagricoltura.it.

Per ulteriori approfondimenti è possibile consultare il programma dettagliato cliccando sul link sottostante. Sono inoltre disponibili i moduli di adesione agli eventi di Roma e Houston.

Programma – Eventi Vino 2017

Scheda Iscrizione Evento ROMA – 5 – 6 ottobre 2017

Scheda Iscrizione Evento HOUSTON – novembre 2017

 

Entro la fine del mese di luglio sarà pubblicato, sul sito www.coltiviamoagricolturasociale.it, il bando “Coltiviamo Agricoltura Sociale” – Edizione 2017. Rispetto alla precedente edizione ci sarà qualche novità: il concorso prevede due sezioni e tre premi dell’importo di 40.000 euro ciascuno. Due premi saranno assegnati ai progetti di agricoltura sociale più meritevoli, sviluppati su tutto il territorio nazionale, nella sezione “Coltiviamo Agricoltura Sociale”. Un altro premio invece sarà assegnato al miglior progetto inserito all’interno della sezione dedicata esclusivamente alle zone terremotate, denominata “Coltiviamo Agricoltura Sociale … per ricostruire”.
Ai tre vincitori verrà inoltre assegnato un supporto formativo e una borsa di studio per svolgere il Master di Agricoltura Sociale presso l’Università di Tor Vergata.
Per partecipare al nuovo bando i progetti dovranno essere presentati sulla piattaforma digitale: www.coltiviamoagricolturasociale.it.

C’è tempo fino al prossimo 23 ottobre per presentare le domande di aiuto per la Misura 4, Operazione 4.1.1 del PSR “Miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità delle aziende agricole”. Il bando prevede l’erogazione di contributi in conto capitale a fondo perduto (in percentuale dal 20% al 50% sulla spesa ammessa, a seconda del tipo di investimento e della zona altimetrica, con un massimo di contributo di 150.000 euro per azienda) per la realizzazione di investimenti (di tipo fondiario, edilizio o in macchinari ed attrezzature), in modo da favorire l’adeguamento strutturale delle aziende agricole, allo scopo di migliorarne la competitività. Sono ammessi anche investimenti collettivi per uso congiunto da parte di più aziende agricole. Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi all’Ufficio Tecnico di Confagricoltura Asti.

In visita presso le aziende agricole astigiane per imparare i metodi di coltivazione del nocciolo: è stata questa l’iniziativa realizzata da Confagricoltura Asti insieme a Confagricoltura Verona e Confagricoltura Vicenza che ieri, giovedì 20 luglio ha portato nella nostra zona una delegazione di agricoltori associati alle due unioni venete. Un’iniziativa che ha riscosso grande successo e un notevole interessamento da parte degli ospiti presenti. Scopo della spedizione: osservare da vicino questa coltura, conoscere le tecniche di coltivazione e la lotta contro i parassiti. Una coltura che oggigiorno è in forte espansione su tutto il territorio nazionale, grazie anche all’aumento dei consumi in tutto il mondo. Una specie che presenta un grande potenziale, ed ha tutte le carte in regole per offrire interessanti opportunità ai produttori, sia in termini economici che di sostenibilità ambientale.
La delegazione veneta è arrivata ad Asti intorno alle 10, e alle 10,30 ha fatto visita all’azienda “Vivai Nicola” di Mombercelli che possiede piante selezionate in grado di garantire buoni livelli di resa in produzione e un’omogeneità varietale a livello di prodotto.
Successivamente la visita è proseguita presso l’azienda agricola “Rey” di Cerro Tanaro che utilizza la trappola per il monitoraggio della cimice asiatica su noccioleti di due anni.
Il nostro scopo è quello di creare un progetto di filiera che coinvolga tutti i nostri produttori associati e di arrivare anche alla stipula di un contratto quadro con le industrie che utilizzano il prodotto nocciola”, ha affermato Guido Rey, presidente della Sezione Corilicola di Confagricoltura Asti, durante la merenda sinoira che si è svolta presso i locali di Confagricoltura Asti, “dobbiamo sostenere tutti i produttori, cercando di aiutarli a trovare sbocchi che possano migliorare la loro redditività e la competitività nella consegna del prodotto”.
La terza e ultima tappa della visita ha avuto luogo presso l’azienda agricola “Bione” di Villa San Secondo, presso la quale gli agricoltori veneti hanno avuto la possibilità di osservare noccioleti molto più adulti rispetto a quelli visti durante la mattinata. Si tratta di noccioleti di 15-20 anni, sui quali negli ultimi anni il proprietario ha provato varie forme di potatura.
Tutte le visite sono state guidate da Enrico Masenga, consulente tecnico specialistico di Confagricoltura Asti che ha seguito la delegazione veneta in tutte le tappe supportando gli agricoltori interessati con tutte le nozioni e i dettagli tecnici necessari.

Per leggere l’articolo uscito su Il giornale di Vicenza Clicca qui

Alcune foto della giornata di giovedì:

 

21 regioni partecipanti, 863 vini presentati, 175 case produttrici premiate, 299 vini premiati, 48 Oscar, questi i numeri del Concorso Enologico Nazionale Douja D’Or, che quest’anno si svolgerà ad Asti dall’8 al 17 settembre. La kermesse seleziona il meglio del patrimonio enologico del nostro Paese in base ad una soglia di valutazione quest’anno ancora più elevata. Spiega il presidente della Camera di Commercio di Asti, Erminio Renato Goria: “Tra i 90 produttori piemontese che hanno ottenuto il riconoscimento, ben 40 sono della Provincia di Asti. Ben 7 gli Oscar dell’astigiano. Abbiamo assistito a un incremento della qualità delle produzioni vinicole presentate in degustazione, segno di una costante crescita e ricerca da parte delle aziende del territorio per raggiungere sempre più alti livelli qualitativi”. Anche i dati nazionali premiano la qualità: rispetto ai 24 Oscar del 2016, si è passati a 48. La 51^ edizione della Douja d’Or si terrà ad Asti dall’8 al 17 settembre.

Qui sotto è possibile visualizzare le aziende associate a Confagricoltura Asti che sono state premiate. Due di queste, la “Caudrina” di Romano Dogliotti e l’azienda agricola “Gozzelino Sergio” sono state insignite anche del prestigioso “OSCAR”.

 

ARALDICA CASTELVERO S.C.A. BARBERA D’ASTI SUPERIORE DOCG 2014 il Cascinone Rive
ARALDICA CASTELVERO S.C.A. GAVI DOCG 2016 La Battistina
BALDI PIERFRANCO PIEMONTE CHARDONNAY 2015 PURO
CANTINA SOCIALE DI CASTAGNOLE M.TO GRIGNOLINO D’ASTI 2016 TERRE DEI ROGGERI
CASCINA CASTLET DI MARIA BORIO BARBERA D’ASTI DOCG 2016
CASCINA CASTLET DI MARIA BORIO BARBERA D’ASTI SUPERIORE 2015 LITINA
CAUDRINA DI ROMANO DOGLIOTTI ASTI DOCG La Selvatica
CAUDRINA DI ROMANO DOGLIOTTI MOSCATO D’ASTI DOCG 2016 La Galeisa OSCAR
FEA DI VALENTE GIUSEPPE BARBERA D’ASTI DOCG 2015
GIULIO COCCHI SPUMANTI ALTA LANGA DOCG 2011 Bianc ‘d Bianc
GOZZELINO SERGIO PIEMONTE MOSCATO PASSITO 2012 OSCAR
L’ALEGRA AZIENDA AGRICOLA PIEMONTE CORTESE 2016 Le Tote
MORETTI ADIMARI BARBERA D’ASTI SUPERIORE DOCG 2015
MORETTI ADIMARI BARBERA D’ASTI SUPERIORE TINELLA DOCG 2014
TENUTA MONTEMAGNO MONFERRATO BIANCO 2016 NYMPHAE
TRE SECOLI S.c.A ALTA LANGA DOCG 2013
TRE SECOLI S.c.A BARBERA D’ASTI SUPERIORE DOCG 2013 Sorangela
VIGNETI BRICHET PIEMONTE MERLOT 2016 ALE’

 

Un’immagine di una passata edizione della Douja d’Or (foto tratta da: www.italiaatavola.net)