Presente anche Confagricoltura Asti all’interno del Coordinamento Provinciale Agricoltori, costituito mercoledì 5 febbraio, presso la sede della Provincia di Asti, mediante la firma di un protocollo di intesa.
L’accordo, promosso dal consigliere provinciale con delega all’Agricoltura Davide Massaglia, è stato firmato dal presidente della Provincia di Asti Paolo Lanfranco, insieme ai responsabili delle organizzazioni agricole astigiane, ovvero: Confagricoltura, Coldiretti, Cia, e Atima.
Si tratta di un coordinamento permanente condiviso dalle associazioni di categoria, al fine di instaurare con la Provincia di Asti un reciproco confronto in merito a tematiche agricole, nonché ambientali e venatorie, di interesse comune. La Provincia di Asti si impegnerà a raccogliere tutte le istanze delle associazioni di categoria, creando un fronte comune in grado di affrontare i problemi e proponendo iniziative e soluzioni alla Regione Piemonte e al Governo centrale. Un gruppo di lavoro che unisce la competenza messa a disposizione dagli uffici delle organizzazioni agricole e la forza politica dell’ente provinciale in grado di portare gli interessi di un territorio presso le istituzioni più alte del Paese. Il protocollo avrà durata fino al 31 dicembre 2022 e sarà costituito da una commissione paritetica permanente composta da un rappresentante di ciascun soggetto sottoscrittore.
“L’unione fa la forza” è sicuramente il motto più appropriato in questo momento, che vede finalmente le basi di un progetto condiviso tra tutti gli attori del comparto agricolo: tutti uniti per valorizzare e tutelare l’agricoltura astigiana.
Per Confagricoltura Asti ha firmato l’accordo il commissario Ezio Veggia, presente mercoledì mattina insieme al direttore Mariagrazia Baravalle, che all’unisono affermano: “Siamo soddisfatti di questo progetto, anche perché in modo estremamente concreto ha già individuato alcuni argomenti di cui occuparsi (ad esempio manutenzione strade, regolamenti rurali comunali, spandimento reflui) e in modo operativo ha già stabilito un primo incontro della commissione”.

 

Ezio Veggia di Confagricoltura Asti e gli altri responsabili delle organizzazioni agricole astigiane, con il presidente Lanfranco e il consigliere Massaglia, in occasione della firma del protocollo di intesa

(foto: Mariagrazia Baravalle)