Il Consiglio dei Ministri il 30 novembre scorso ha approvato il “Decreto Ristori-quater” che stanzia ulteriori risorse, pari a 8 miliardi, conseguenti al nuovo scostamento di bilancio, per rafforzare ed estendere le misure necessarie al sostegno economico dei settori più colpiti dalla pandemia, nonché con ulteriori disposizioni connesse all’emergenza in corso.
Il decreto ristori quater è stato trasmesso, unitamente al Decreto Ristori ter, al Senato della Repubblica come subemendamento all’emendamento governativo che aveva introdotto i contenuti del decreto ristori bis nel disegno di legge di conversione del decreto-legge ristori. I quattro decreti legge saranno dunque convertiti in un un’unica legge di conversione entro il termine del 27 dicembre 2020.
Venerdì 4 sono stati presentati gli ultimi subemendamenti dai gruppi parlamentari. Tenuto contro delle segnalazioni pervenute sinora dai gruppi di maggioranza, l’esame delle Commissioni Finanze e Bilancio sarà incentrato, tra l’altro, sulle seguenti proposte, avanzate da Confagricoltura:

• Cessione del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali Transizione 4.0
• Interventi a sostegno della quarta gamma e prima gamma evoluta (riformulazione decreto agosto)
• Sostegno filiera ortofrutticola
• Promozione del digestato
• Detraibilità delle spese sostenute per tamponi e test sierologici
• Biomasse

In allegato la circolare di approfondimento delle misure, predisposta da Confagricoltura

Allegato_ristori quater_commento