Il presidente del Consiglio Mario Draghi lunedì alle 16, alla Camera e martedì alle 15 al Senato ha presentato al Parlamento il Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) in vista della trasmissione alla Commissione Europea.
Le risorse complessive del Piano ammontano a 221,5 miliardi di euro, di cui 68,65 miliardi riservati alla rivoluzione verde e transizione ecologica: in quest’ambito per l’agricoltura sostenibile ed economia circolare sono riservati 5,46 miliardi, mentre 15,06 miliardi saranno spesi per la tutela e valorizzazione del territorio e della risorsa idrica.
La responsabilità dell’attuazione del piano sarà affidata a strutture operative definite all’interno dei ministeri e degli enti locali e territoriali, che dovranno assicurare la realizzazione degli investimenti nei tempi previsti e la gestione efficace delle risorse. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze si occuperà di monitorare l’attuazione degli investimenti e delle riforme del piano e di rendicontare alla Commissione Europea sullo stato di avanzamento del PNRR.
Dopo il passaggio parlamentare il Consiglio dei Ministri ha ufficialmente approvato il piano che trasmetterà nella giornata di oggi alla Commissione Europea. Nelle prossime settimane, il Governo dovrebbe adottare i decreti legge necessari per raggiungere gli obiettivi del PNRR nei tempi previsti: quello sulla governance del piano, quello sulla semplificazione delle procedure e la riforma della Pubblica Amministrazione per le nuove assunzioni necessarie all’attuazione dei progetti.
Tra le misure agricole del Piano nazionale di ripresa e resilienza – PNRR sono previsti aiuti per energie rinnovabili, reti idriche, filiere produttive, logistica, meccanizzazione, incentivi fiscali a favore delle imprese che realizzano progetti di investimento per l’acquisto di beni materiali e immateriali, per la realizzazione di attività di ricerca e innovazione, per la formazione alla digitalizzazione.
Di seguito il link alle schede del piano dedicate all’agricoltura predisposte dal Ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli.

PATUANELLI-PNRR-slide-22apr21