A seguito dell’avviato iter di modifica del PSR, per introdurre la misura 21 come misura eccezionale per dare auto concreto alle aziende agricole piemontesi che allevano bovini da carne, alle aziende del comparto florovivaistico e alle aziende apistiche colpite dalla crisi del Covid e poter così garantire la continuità della loro attività, la giunta regionale ha approvato in data odierna la proposta di modifica del Programma di Sviluppo Rurale che introduce la straordinaria Misura 21, per il sostegno temporaneo eccezionale a favore degli agricoltori e delle PMI particolarmente colpiti dalla crisi da Covid-19.
La Misura prevede un sostegno straordinario “Una Tantum” alle aziende agricole che allevano bovini da carne, alle aziende del comparto florovivaistico e alle aziende apistiche. La Misura 21 ha una copertura finanziaria di oltre 9 milioni di euro (Fondo europeo Feasr), reperiti dalle operazioni del PSR che presentano risorse ancora disponibili.
Terminata la fase di consultazione del comitato di sorveglianza e ottenuta l’approvazione della giunta regionale alla proposta di modifica, ora si avvia l’iter per la notifica ufficiale alla Commissione Europea con la conseguente attivazione della Misura 21 e l’emanazione del bando.