Il GAL terre Astigiane ha riaperto l’operazione 6.4.1 “Creazione e sviluppo di attività extra-agricole”. L’intervento prevede il sostegno ad imprese agricole che intendono realizzare investimenti finalizzati allo svolgimento di attività complementari a quelle di produzione, così da garantire integrazione di reddito e pertanto mantenimento dell’attività complessiva dell’azienda.
L’ambito tematico in cui l’intervento è inserito prevede il sostegno ad attività specificamente connesse al settore agrituristico:
– nell’ambito ricettivo/ristorativo;
– nell’ambito di attività connesse alla fruizione turistica;
– nell’ambito dei servizi informativi e servizi legati allo sviluppo del turismo esperienziale.
Le attività effettivamente comprese nel sostegno sono le seguenti:
– attività agrituristica ed attività di ospitalità rurale familiare;
– attività ricreative e comunque connesse alla fruizione turistica connessa all’attività agrituristica;
– attività di tipo culturale legate alle tradizioni locali (laboratori di cucina, laboratori di tipo artigianale, ecc.) finalizzati all’arricchimento dell’offerta, con particolare riferimento al turismo esperienziale;
– servizi al turista con particolare riferimento al cicloturismo e al turismo outdoor.
Le risorse a disposizione sono pari a 150.000,00 euro.
L’investimento massimo ammissibile a contributo, riferito comunque a un intervento in sé concluso e autonomo nello svolgimento delle sue funzioni e nel rispetto delle finalità dichiarate nel progetto candidato, è pari a € 75.000,00 (investimento minimo 10.000,00 euro). L’agevolazione prevista è un contributo in conto capitale di importo pari al 40% della spesa ammessa (l’intensità del sostegno viene elevata al 50% per giovani agricoltori). Il bando è pubblicato nella sezione Bandi aperti del sito del GAL.