La legge 77/2020 di conversione del DL Rilancio, che è entrata in vigore il 19 luglio 2020 ha prorogato i termini per la rivalutazione del valore di acquisto dei terreni edificabili e agricoli posseduti al 1° luglio 2020.
La rideterminazione del valore potrà essere effettuata entro il prossimo 15 novembre versando l’imposta sostitutiva dell’11% dell’importo dichiarato dal professionista in perizia: in questo modo potrà essere neutralizzata o ridotta la plusvalenza imponibile ex articolo 67, lettere a) e b), del TUIR relativa ad aree edificabili, terreni lottizzati e terreni agricoli che possono generare imponibile, se ceduti entro cinque anni dall’acquisto.
Le imposte sostitutive possono essere rateizzate fino a un massimo di tre rate annuali di pari importo, a decorrere dalla data del 15 novembre 2020; sull’importo delle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi nella misura del 3 per cento annuo, da versarsi contestualmente. La redazione e il giuramento della perizia devono essere effettuati entro la predetta data del 15 novembre 2020.