Sono ufficialmente aperte le domande di indennità per la conservazione del patrimonio tartufigeno (Regione Piemonte D.D. 23/12/2019, n. 4455). Il contributo è rivolto ai proprietari o possessori di terreni, siti in Regione Piemonte, sui quali sono presenti piante produttrici di tartufo bianco.
Si tratta di una misura prevista all’interno della legge regionale 25 giugno 2008, n. 16 e s.m.i. (Norme in materia di raccolta e coltivazione dei tartufi e di valorizzazione del patrimonio tartufigeno regionale) che concede questa indennità per la conservazione di ciascun soggetto arboreo di riconosciuta capacità tartufigena secondo uno specifico piano di coltura e conservazione, permettendo nel contempo la libera raccolta dei tartufi su detti terreni (articolo 4).
La D.G.R. 8 febbraio 2010, n. 5-13189 ha approvato, inoltre, le disposizioni attuative dell’articolo 4 della l.r. 16/2008 (artt. 1, 2 e 3).
La D.G.R. 14 dicembre 2018, n. 66-8120 ha approvato il piano di attività per la valorizzazione del patrimonio tartufigeno regionale, comprendente l’erogazione delle indennità per la conservazione del patrimonio tartufigeno.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 31 luglio 2020. Il bando, l’informativa e i moduli per la presentazione della domanda sono visualizzabili e scaricabili in allegato.

 

Bando

Informativa

all_1_domanda_iniziale_indennita

all_2_domanda_conferma_indennita