L’allegato 23 prevede che possano restare aperte le attività di commercio al dettaglio tra le quali figurano le vendite di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; inoltre, per queste tipologie di prodotti è ammesso anche il commercio al dettaglio ambulante.
Tutte le attività del settore agricolo possono essere svolte regolarmente, nel rispetto dei protocolli di sicurezza. Tra le attività agricole rientrano anche la coltivazione e la relativa vendita di piante, fiori, bulbi e semi che possono essere senz’altro praticate, come ha confermato ieri sera in una riunione in videoconferenza – organizzata dalla Camera di Commercio di Torino con le categorie economiche – il dottor Antonio Rinaudo, già sostituto procuratore della Repubblica di Torino e attuale responsabile dell’Area Legale dell’Unità di Crisi attivata dalla Regione Piemonte lo scorso 22 febbraio.
Non è invece possibile vendere articoli non riconducibili alle attività elencate nell’allegato 23, vale a dire i prodotti che non sono collegati all’agricoltura ed al giardinaggio quali, per esempio, gli oggetti riservati alle festività natalizie.

Allegato_23_Dpcm_201103