Guardiamo avanti con coraggio e determinazione, forti della nostra storia e della nostra identità. Abbiamo avviato un percorso di programmazione a lungo periodo, perché è il momento di guardare oltre e di costruire il futuro”. Lo ha detto il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, che ha chiuso sabato a Roma la due giorni di lavori a Villa Blanc, realizzata in collaborazione con Luiss Business School. “Identità e futuro” è stato il primo di una serie di eventi previsti per il Centenario di Confagricoltura a cui sono intervenuti, tra gli altri, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.
Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha annunciato un piano strategico con investimenti per 200 miliardi di euro, puntando su intermodalità (rotaie-porti) e maggiore interconnessione Nord-Sud. “Fondamentale l’ottimizzazione della rete infrastrutturale, sia materiale sia immateriale – ha puntualizzato Giansanti – permette di ottenere efficienza, abbattere costi ed essere più competitivi”.
I lavori si sono sviluppati con due talk show, il primo ha riguardato sostenibilità, stili di vita per l’Italia di domani, con il presidente della Commissione Affari Costituzionali dell’Eurocamera Antonio Tajani ed il presidente del Coni Giovanni Malagò. A livello europeo – si è detto nel dibattito – andrà governato il dopo-Brexit e rivista la politica agricola comune con adeguate risorse nel bilancio pluriennale. Quindi si è affrontata la questione dei dazi che frena l’export e richiede diplomazia e accordi bilaterali dell’Unione Europea.
Tra le questioni in primo piano poi le Olimpiadi Milano-Cortina 2026. “C’è – ha evidenziato il presidente di Confagricolturauna stretta relazione tra sport, salute e alimentazione (dieta mediterranea) a cui si aggiungono i temi di qualità, sicurezza alimentare, etichettatura, che le Olimpiadi dovranno esaltare ulteriormente quando lo sport e l’Italia saranno in vetrina”.
Il secondo talk show è stato dedicato all’agroalimentare al centro dell’economia nazionale ed ha coinvolto i presidenti delle Commissioni Agricoltura di Camera e Senato Filippo Gallinella e Gianpaolo Vallardi, il direttore di Ismea e nuovo capo del gabinetto Mipaaf Raffaele Borriello, il dirigente di Telecom Carlo Nardello, il vicepresidente di Granlatte Gianluca Ferrari. Si è parlato di cambiamenti climatici, sostenibilità, innovazione, semplificazione, telecomunicazioni e digitalizzazione del Paese, aggregazioni di filiera.
Tutti questi – ha concluso Massimiliano Giansantisono temi trasversali che coinvolgono pienamente le imprese agricole e sollecitano un’agenda operativa di Parlamento e Governo e partenariati d’investimenti. Confagricoltura ha in programma nel corso dell’anno numerosi incontri con il mondo della politica, istituzioni e stakeholder che culmineranno, nei prossimi mesi, con l’evento ufficiale dei cento anni”.

 

Due immagini dell’evento “Identità e futuro”, durante il quale sono stati celebrati i 100 anni di Confagricoltura