Durante la riunione informale dei ministri dell’Agricoltura degli Stati membri che si è svolta il 25 gennaio scorso la Presidenza portoghese ha presentato le priorità del proprio programma di lavoro per l’agricoltura e la pesca. In generale, il programma di lavoro della Presidenza si baserà su tre priorità:

– promozione della ripresa europea, sulla base della lotta ai cambiamenti climatici e lo sviluppo di un mercato digitale;
– sviluppo del pilastro europeo dei diritti sociali, come elemento essenziale per una transizione equa ed inclusiva;
– rafforzamento dell’autonomia strategica dell’UE in un contesto globalizzato.

In particolare con riferimento alle priorità per l’agricoltura, per quanto riguarda la riforma della PAC post 2020, la Presidenza portoghese mira a raggiungere un accordo interistituzionale per la primavera 2021, così da poter applicare le regole della nuova PAC a partire dal 1° gennaio 2023.