Nei giorni tra il 19 e il 24 ottobre e il 22 e il 25 novembre 2019 il Piemonte è stato interessato da due
prolungate fasi di maltempo, caratterizzate da piogge alluvionali, che hanno determinato nelle province di
Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Torino e Vercelli diffuse condizioni di criticità idro-geologica.
L’entità diffusa delle piogge ed i fenomeni di esondazione dei principali fiumi e dei corsi d’acqua secondari
hanno prodotto danni eccezionali alle aree agricole in tale periodo occupate da cereali autunno vernini o da
colture foraggere permanenti ovvero in riposo o con le prime lavorazioni di preparazione alla semina
primaverile, alle strutture aziendali ed alle infrastrutture con particolare riferimento ai canali irrigui, alle
relative opere di presa, nonché a strade interpoderali di accesso ai fondi.
Con deliberazione della Giunta regionale n. 24 – 1043 del 21 febbraio 2020 è stato richiesto al Ministero
delle Politiche agricole, forestali ed agroalimentari il riconoscimento dell’esistenza del carattere di
eccezionalità delle piogge alluvionali avvenute tra il 19 ottobre e il 25 novembre 2019 nelle province di
Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Torino e Vercelli e sono stati delimitati i territori danneggiati nei quali
applicare gli interventi previsti dal D.Lgs. n. 102/2004 e s.m.i. (Fondo di solidarietà nazionale).
Sono nel frattempo pervenute al Settore scrivente, per le vie brevi, segnalazioni, da parte del Settore A1712C
– Attuazione programmi regionali relativi ai servizi di sviluppo, di richieste, provenienti da diversi utenti
titolari di aziende agricole, di assegnazioni supplementari di carburante ammesso ad agevolazione fiscale in
agricoltura per l’esecuzione di lavorazioni straordinarie per il ripristino delle condizioni di coltivazione dei
terreni interessati dai fenomeni alluvionali.
Al riguardo, con nota prot. 30713 del 12 dicembre 2019, il Settore scrivente ha dato comunicazione, in
considerazione dell’avvio dal mese di gennaio della campagna UMA 2020 e della conseguente possibilità per
le aziende agricole e i soggetti interessati di richiedere ed avere a disposizione nell’immediato l’assegnazione
annuale di carburante per le attività ordinarie, di dover assumere il provvedimento di concessione per le
lavorazioni straordinarie richieste una volta approvata la deliberazione di Giunta di delimitazione delle zone
Pag 1 di 4
interessate prevista per il mese di febbraio 2020, in modo da consentire una corretta attribuzione dei
quantitativi richiesti a seguito dei recenti eventi alluvionali.
La stessa nota ha inoltre precisato che l’eventuale ulteriore assegnazione e utilizzo di carburante per tali
lavorazioni avrebbe concorso alla definizione dell’indennizzo corrisposto a ristoro dei danni accertati dai
competenti Settori regionali e che non avrebbe potuto comunque superare il massimo concedibile.
Ai fini dell’assegnazione di carburante per tali lavorazioni è possibile fare riferimento ai valori di
assegnazione approvati con DGR n. 23 – 949 del 24 gennaio 2020, previsti per le lavorazioni di seguito
elencate e attribuiti, in funzione delle colture interessate, per ettaro lavorato o per ore di lavoro impiegato:
• lavorazioni di scasso/dissodamento, spietramento, livellamento;
• lavorazioni di sbancamento e livellamento di grandi superfici.
I soggetti che hanno subito danni potranno presentare domanda di indennizzo, ai sensi del D.Lgs. n.
102/2004 e s.m.i. (Fondo di solidarietà nazionale), a partire dalla data di pubblicazione, ad oggi non ancora
avvenuta, del Decreto ministeriale di riconoscimento dell’esistenza del carattere di eccezionalità degli eventi
calamitosi verificatisi tra il 19 ottobre e il 25 novembre 2019.
Come già indicato nella comunicazione sopra richiamata, nella definizione dell’indennizzo ai soggetti
interessati, è necessario che il Settore territoriale regionale incaricato delle istruttorie delle domande d
indennizzo, tenga in considerazione, al fine di evitare l’assegnazione di benefici non dovuti, l’eventuale
concessione e utilizzo di carburante ammesso ad agevolazione fiscale per le lavorazioni straordinarie
eseguite per il ripristino delle condizioni di coltivazione dei terreni danneggiati.
Considerato che il D.M. 30 dicembre 2015 recante “Determinazione dei consumi medi dei prodotti
petroliferi impiegati in lavori agricoli, orticoli, in allevamento, nella silvicoltura e piscicoltura e nelle
coltivazioni sotto serra ai fini dell’applicazione delle aliquote ridotte o dell’esenzione dell’accisa” all’art. 2
co. 2 prevede che le Regioni e le Province autonome possono concedere maggiorazioni delle attribuzioni,
oltre quelle previste all’allegato 1 del medesimo decreto e limitatamente alle assegnazioni dell’anno corrente,
in caso di avversità atmosferiche e/o andamento climatico sfavorevole durante l’anno.
Richiamata la DGR n. 23 – 949 del 24 gennaio 2020 che ha approvato le tabelle relative ai consumi medi dei
prodotti petroliferi da ammettere ad agevolazione fiscale in agricoltura.
In considerazione di quanto esposto si dispone di:
• autorizzare il Settore A1712C – Attuazione programmi regionali relativi ai servizi di sviluppo a concedere,
ai richiedenti aventi diritto, assegnazioni supplementari di carburante ammesso ad agevolazione fiscale in
agricoltura per l’esecuzione delle lavorazioni straordinarie necessarie al ripristino delle condizioni di
coltivazione dei terreni interessati dai fenomeni alluvionali dell’autunno 2019, nel rispetto del limite dei
valori tabellari previsti per tali lavorazioni di cui alla DGR n. 23 – 949 del 24 gennaio 2020;
• stabilire che l’assegnazione supplementare di carburante per tali lavorazioni è definita assumendo i valori
di assegnazione approvati con DGR n. 23 – 949 del 24 gennaio 2020, previsti per le lavorazioni di seguito
elencate e attribuiti, in funzione delle colture interessate, per ettaro lavorato o per ore di lavoro impiegato:
• lavorazioni di scasso/dissodamento, spietramento, livellamento;
• lavorazioni di sbancamento e livellamento di grandi superfici.
• definire interessate dai fenomeni alluvionali i territori delle province di Alessandria, Asti, Biella, Cuneo,
Torino e Vercelli delimitati con DGR n. 24 – 1043 del 21 febbraio 2020 e riportati nell’elenco, già
Pag 2 di 4
approvato con la DGR citata, allegato alla presente determinazione per farne parte integrante (allegato 1),
che riporta per ciascun comune i fogli di mappa catastale ricompresi nei territori interessati;
• di stabilire il 30 settembre 2020 il termine ultimo per la presentazione delle richieste di assegnazione
supplementare di cui al punto precedente.
• di trasmettere, per gli adempimenti di competenza, il presente atto al Settore A1712C – Attuazione
programmi regionali relativi ai servizi di sviluppo;
• di trasmettere al Settore A1709C – Infrastrutture, territorio rurale, calamità naturali in agricoltura, caccia e
pesca e al Settore A1711C – Attuazione programmi relativi alle strutture delle aziende agricole e alle
avversità atmosferiche:
◦ il presente atto;
◦ e, scaduti i termini per la presentazione delle richieste di assegnazione supplementare, l’elenco delle
assegnazioni supplementari di carburante concesse per lavorazioni straordinarie eseguite a seguito degli
eventi alluvionali dell’autunno 2019, affinché ne tengano conto nella definizione dell’indennizzo ai
sensi del D.Lgs. n. 102/2004 e s.m.i. (Fondo di solidarietà nazionale), al fine di evitare l’assegnazione
di benefici superiori al massimo concedibile.