L’incremento tendenziale dei consumi di miele durante la pandemia non ha finora aiutato il prodotto italiano. E’ l’analisi di FAI-Federazione Apicoltori Italiani, che commenta il report diffuso da Ismea su dati rilevati da Nielsen: secondo l’organizzazione nazionale degli apicoltori a crescere sono, in particolare, i consumi di miele di importazione, categoria commerciale che presidia – dominando nel circuito della grande distribuzione – oltre il 50% del mercato nazionale e il 40% di quello europeo. Ecco perché diventa fondamentale scegliere il prodotto che indica chiaramente l’origine nazionale del miele italiano, obbligatoria e certificabile anche mediante un Sigillo tricolore di origine e garanzia numerato e riconducibile a ciascun produttore, come si può vedere da foto in allegato.

 

Il miele italiano identificato dal sigillo tricolore