Articoli

Il Decreto Legislativo 27 settembre 2010, n.181 “Attuazione della direttiva 2007/43/CE che stabilisce norme minime per la protezione di polli allevati per la produzione di carne” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 259 del 5 novembre 2010 Il Decreto legislativo 27 settembre 2010, n. 181 introduce all’art. 4 (formazione e orientamento per il personale che si occupa di polli) la necessità di formare il personale addetto .
Confagricoltura organizza sul territorio corsi per la formazione degli addetti agli allevamenti avicoli (imprenditori e lavoratori dipendenti). Queste le materie del corso, della durata di 8 ore:

  • normativa comunitaria relativa alla protezione dei polli;
  • fisiologia dei polli, il fabbisogno di acqua e cibo, basi sul comportamento degli animali (etologia);
  • istinto;
  • apprendimento;
  • comportamenti sessuali;
  • comportamenti riproduttivi;
  • organizzazione sociale;
  • aggressività;
  • sistemi di comunicazione;
  • stress e comportamento patologico;
  • filogenesi dei comportamenti umani.
  • concetto di stress;
  • aspetti pratici per una adeguata manipolazione del pollame, compresi la cattura, il carico e il
    trasporto;
  • cure d’emergenza per i polli, uccisione e abbattimento d’emergenza; e) misure di biosicurezza preventiva e sua gestione aziendale.

Al termine del corso (durata 8 ore) ci sarà una prova finale di esame – consistente nella compilazione di un modulo a risposte multiple. I partecipanti che avranno superato la prova finale riceveranno dalla ASL il Certificato di formazione valido su tutto il territorio nazionale.
Le imprese interessate sono invitate a segnalare entro il 19 marzo 2021 alle Unioni Agricoltori – Ufficio Tecnico – i nominativi degli imprenditori e lavoratori interessati, con i relativi dati alla anagrafici e fiscali.
La quota di partecipazione – spese vive dei docenti – verrà definito sulla base del numero dei corsisti.