Articoli

È iniziato la scorsa settimana, a seguito alla richiesta di Confagricoltura, il confronto con i Vigili del Fuoco, in quanto ancora oggi si riscontrano difficoltà oggettive per gli impianti con depositi di prodotto essiccato con quantitativi in massa superiori a 50.000 Kg (Attività 28 del DPR 151/2011) nell’ottemperare alle disposizioni in materia di prevenzione incendi (D.P.R. n. 151/2011 e D.M. 3 agosto 2015 detto “Codice prevenzione incendi”, in vigore dal 20 ottobre 2019).
Durante l’incontro si è sollecitato il Dipartimento dei Vigili del Fuoco sulla necessità di promuovere un set di soluzioni antincendio adatta a questa tipologia di impianti, tenuto conto dei contesti rurali in cui si collocano e della conseguente fattibilità realizzativa, nonché a supportare gli adeguamenti strutturali del settore ai fini di prevenzione incendi con specifiche detrazioni fiscali.