Articoli

L’Inail ha reso noto che è possibile usufruire di uno sconto, fino al 28%, sul premio annuale 2023 per le aziende che metteranno in atto entro il 31 dicembre 2022 alcune delle azioni previste nel modello OT23-2023, pubblicato il primo agosto scorso e che stabilisce le azioni e i miglioramenti considerati validi al fine della riduzione del tasso medio per prevenzione. A ogni intervento migliorativo relativo alle condizioni di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro viene assegnato un punteggio, per poter accedere alla riduzione, occorre che la somma dei rispettivi punteggi sia pari almeno a 100.
L’agevolazione, che viene attribuita automaticamente e vale per l’anno in corso, varia tra il 5% per le aziende con oltre 200 lavoratori, e il 28% per le aziende fino a 10 lavoratori. Per ottenere la riduzione occorre presentare la relativa domanda entro il 28 febbraio 2023.
Con questa impostazione il bonus copre ampiamente il costo delle prestazioni erogate e degli acquisti, come ad esempio l’adozione del defibrillatore e quella del MOG.
La Confagricoltura di Asti è a disposizione per ulteriori informazioni.

Il finanziamento ISI – INAIL Agricoltura è cumulabile, fino al limite massimo della spesa sostenuta, con ulteriori agevolazioni fiscali (se non aiuti di Stato) a condizione che queste ultime non prevedano una specifica non cumulabilità. Il finanziamento è dunque cumulabile con il Credito d’imposta 4.0 a condizione che tale cumulo non porti al superamento del costo sostenuto.

La Direzione Generale dell’INAIL ha rinviato dal 9 novembre al 21 dicembre 2020 la data di pubblicazione delle specifiche per l’inoltro della domanda telematica e, conseguentemente, l’individuazione del vero e proprio click day. Il rinvio è dovuto – a quanto riferisce l’Istituto – alla necessità di incrementare gli attuali standard di sicurezza e trasparenza delle procedure informatiche, al fine di limitare il rischio di attacchi informatici e/o di accessi irregolari al sistema.
L’INAIL ha altresì confermato che non sarà richiesto obbligatoriamente lo SPID per l’invio della richiesta di finanziamento.

Il Consiglio di Amministrazione dell’INAIL ha approvato i criteri per il Bando Isi Agricoltura 2019/2020 che sarà pubblicato entro la metà del prossimo mese di luglio. Le risorse che l’originario Bando ISI 2019 aveva destinato al settore agricolo (Asse 5) saranno rese fruibili con un nuovo specifico bando dedicato al settore primario (in conseguenza alla revoca dell’intero bando ISI 2019 che conteneva anche quello agricolo). Seguiranno maggiori informazioni appena disponibili.

L’INAIL ha comunicato di aver revocato il Bando di finanziamento ISI 2019, a seguito delle previsioni contenute nell’art. 95 del D.L. n. 34/2020 che ha destinato le relative risorse alla realizzazione del nuovo bando per la prevenzione del rischio COVID-19 e l’attuazione del Protocollo per la sicurezza nei luoghi di lavoro.
Le risorse che l’originario Bando ISI 2019 aveva destinato al settore agricolo non vengono intaccate e saranno rese fruibili con un nuovo specifico bando dedicato al settore primario. Il nuovo bando ISI agricoltura metterà a disposizione sia le risorse dell’annualità 2019 (40 milioni di euro), sia quelle relative al 2020 (25 milioni di euro).
Le date di avvio delle nuove misure di finanziamento saranno comunicate dall’Istituto assicurativo entro il 30 giugno 2020.
Di seguito il link con la comunicazione ufficiale INAIL: https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/avvisi-e-scadenze/avviso-dl-34-2020-isi-2019.html