Articoli

Negli ultimi tempi alcuni Paesi, come ad esempio Albania e Macedonia del Nord, hanno modificato le loro normative fitosanitarie per uniformarle a quelle dell’UE, in vista di un loro adeguamento complessivo e nell’ottica di future adesioni all’Unione. Quindi che per poter esportare una macchina agricola usata verso uno di questi Paesi Terzi è necessario richiedere al Settore fitosanitario regionale uno specifico certificato. I macchinari da esportare devono inoltre essere puliti in tutte le loro parti da residui di terra e/o di vegetali.
Il certificato fitosanitario viene emesso solo se sono soddisfatte determinate condizioni che garantiscano che l’oggetto rispetti le prescrizioni del paese terzo importatore (normativa fitosanitaria terza).
Le procedure per le iscrizioni, le richieste ed il pagamento della tariffa fitosanitaria sono completamente online, ma possono essere svolte con l’assistenza degli uffici di Asti Agricoltura.

Le macchine agricole immatricolate entro il 1983 avrebbero dovuto essere revisionate entro il 30 giugno dell’anno scorso. Una scadenza non rispettata a causa della mancanza di un quadro di riferimento che indicasse le modalità di applicazione della revisione. È per questo motivo che Confagricoltura ha richiesto, e ottenuto all’interno del Milleproroghe, un emendamento che posticipasse tale scadenza.
La nuova data utile per procedere alla revisione dei mezzi agricoli è il 31 dicembre 2022. Nel frattempo, si spera che si proceda rapidamente a definire il quadro attuativo, a partire dalle modalità di esecuzione della revisione fino alla tipologia di controlli da svolgere sulle macchine.
Fermo restando la necessità di aumentare i livelli di sicurezza nelle aziende agricole e agromeccaniche, ad avviso di Confagricoltura occorre comunque prevedere un sistema organizzativo che sappia superare gli ostacoli tutt’oggi presenti: l’elevato numero di macchine coinvolte (oltre 2 milioni) e le loro specificità meccaniche; le difficoltà nel raggiungere le officine autorizzate, spesso ubicate soltanto nei centri urbani più grandi.
Altro importante risultato di Confagricoltura è il recepimento nel decreto del Cdm della proroga della tracciabilità dei medicinali veterinari e dei medicati all’interno del Registro elettronico nazionale, “Vetinfo”. Originariamente fissata al 28 gennaio, l’entrata in vigore del nuovo registro è stata posticipata al 30 aprile 2022. La motivazione del rinvio è l’ancora troppo frequente disallineamento tra software privati e il sistema di registrazione di Vetinfo.

Confagricoltura ha trasmesso al Ministero delle Politiche Agricole e al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile le osservazioni in merito alle modalità di revisione delle macchine agricole. In particolare, si è focalizzata l’attenzione sulla necessità di individuare una procedura snella di revisione che sia incentrata principalmente al controllo della sicurezza ai fini circolazione stradale, di una organizzazione capillare dei centri di revisione puntando sulle unità mobili, con una attenzione particolare al contenimento dei costi diretti e indiretti e che venga prevista una contestuale procedura semplificata per l’aggiornamento della carta di circolazione.
Va peraltro rilevato che, in assenza del decreto attuativo, non è stata ancora formalizzata la proroga della scadenza del 30 giugno 2021 per le macchine agricole e operatrici immatricolate prima del 31 dicembre 1983. Su tale aspetto la proposta di Confagricoltura è quella di prevedere che la prima scadenza della revisione dia la possibilità alle imprese di rispettare i tempi previsti. A tal fine è indispensabile che la scadenza sia posta almeno un anno dopo la pubblicazione dei provvedimenti attuativi, con particolare riferimento alla messa a punto del sistema organizzativo, amministrativo e della rete dei centri di revisione. Inoltre, dovrebbe essere prevista una gradualità di applicazione che coinvolga in prima battuta solo i trattori agricoli. Questo tempo consentirebbe, tra l’altro, l’attuazione delle ulteriori misure previste dal Piano di ripresa e resilienza in materia di meccanizzazione.

Il tema della revisione delle macchine agricole è tornato alla ribalta dopo l’incontro con il Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili di fine luglio, anche in considerazione del fatto che è scaduto il termine per l’effettuazione della revisione delle macchine agricole e operatrici immatricolare entro il 31 dicembre 1983, senza l’auspicata e richiesta proroga.
Nell’incontro di luglio si era acquisita, oltre che un’ipotesi di proroga al 31 giugno 2022 di tutte le macchine agricole e operatrici immatricolate prima del dicembre 1995, l’intenzione di implementare un duplice processo di verifica sui veicoli: uno legato alla sicurezza nella circolazione stradale e uno legato alla sicurezza sul lavoro, con la conseguente emissione di due certificati.
Sono intanto ripresi i lavori della Commissione Consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro (ex art. 6 Dlgs 81/2008) in cui si discute un documento per introdurre la modalità della videoconferenza sincrona nei percorsi di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Negli ultimi anni, anche in relazione alla crisi pandemica che ha portato al ricorso maggiore allo smart working, si è assistito ad uno sviluppo di piattaforme tecnologiche che garantiscono l’interazione docente – discente sempre più performanti e a un ridimensionamento del “digital divide” con una crescita sostenuta dell’alfabetizzazione informatica e telematica che permettono una diffusa fruibilità delle piattaforme da parte degli utenti. In questo quadro evolutivo si inserisce l’iniziativa del Ministero del Lavoro di promozione, a determinate condizioni, della videoconferenza sincrona come equivalente a quella in presenza.

Sono iniziati ufficialmente questa settimana i corsi presso la sede di Confagricoltura Asti relativi alla sicurezza sul lavoro e quelli utili per il rilascio del certificato per l’acquisto e l’utilizzo di prodotti fitosanitari.
Per quanto concerne la sicurezza sul lavoro, Confagricoltura Asti ha previsto due lezioni: la prima relativa all’aggiornamento all’uso di macchinari e attrezzature agricole 7 e la seconda incentrata sull’utilizzo delle motoseghe con docente del corso Luigi Cesare Ivaldi, responsabile Ufficio Sicurezza di Confagricoltura Asti.
Dal 31 dicembre 2017 è infatti necessaria un’abilitazione all’uso di macchine agricole e movimento terra (il famigerato “patentino”) per effetto di quanto definito dall’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012, che prevede corsi di formazione e aggiornamento per gli utilizzatori di mezzi per agricoltura in ambito lavorativo.
Giovedì 15 novembre avrà invece inizio il corso relativo al rilascio del certificato per l’acquisto e l’utilizzo dei prodotti fitosanitari. I partecipanti sono stati inseriti all’interno di due sessioni di corso che si svilupperanno fino a mercoledì 5 dicembre, con esame finale al termine delle lezioni.
Dal 26 novembre 2015, infatti, è obbligatorio il possesso del patentino per chiunque intenda acquistare e/o utilizzare i prodotti fitosanitari destinati agli utilizzatori professionali. Un obbligo stabilito dal PAN, il Piano di Azione Nazionale, che comprende una serie di azioni ed adempimenti che hanno come finalità comune la riduzione dei rischi connessi all’impiego dei prodotti fitosanitari.
Le lezioni saranno tenute da Enrico Masenga, consulente tecnico specialistico di Confagricoltura Asti e dalla dottoressa Raffaella Butera del Centro Antiveleni di Bergamo. L’orario delle lezioni sarà il seguente:

1° CORSO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO PER L’ACQUISTO E L’UTILIZZO DEI PRODOTTI FITOSANITARI

GIOVEDI’ 15 NOVEMBRE dalle 17:00 alle 21:00

LUNEDI’ 19 NOVEMBRE dalle 20:00 alle 23:00

MARTEDI’ 20 NOVEMBRE dalle 20:00 alle 23:00

VENERDI’ 23 NOVEMBRE dalle 14:00 alle 18:00

LUNEDI’ 26 NOVEMBRE dalle 20:00 alle 23:00

GIOVEDI’ 29 NOVEMBRE dalle 20:00 alle 23:00

ESAME: 4 DICEMBRE ORE 9:00

2° CORSO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO PER L’ACQUISTO E L’UTILIZZO DEI PRODOTTI FITOSANITARI

GIOVEDI’ 22 NOVEMBRE dalle 17:00 alle 21:00

MARTEDI’ 27 NOVEMBRE dalle 20:00 alle 23:00

MERCOLEDI’ 28 NOVEMBRE dalle 20:00 alle 23:00

VENERDI’ 30 NOVEMBRE dalle 14:00 alle 18:00

LUNEDI’ 3 DICEMBRE dalle 20:00 alle 23:00

MERCOLEDI’ 5 DICEMBRE dalle 20:00 alle 23:00

ESAME: MARTEDI’ 11 DICEMBRE ORE 9:00

Tutte le lezioni si svolgeranno presso la sede di Confagricoltura Asti in Via Monti 15 ad Asti, presso cui è possibile anche avere maggiori informazioni a riguardo (tel. 0141434943 – asti@confagricoltura.it)