Articoli

Una recente sentenza in materia di destinazione urbanistica degli edifici in zona rurale emessa dal Tar Piemonte Sez. II (sentenza 14.06.2019, n. 687) ha riconosciuto la possibilità per chiunque lo richieda, a prescindere dalla qualifica di imprenditore agricolo a titolo principale, di ristrutturare una residenza in zona agricola, se l’immobile è antecedente a gennaio 1977.
Il rilascio, da parte dell’amministrazione comunale, del titolo edilizio abilitativo non è subordinato al pagamento di oneri di natura economica, in applicazione della disciplina di cui alla legge n. 1150 del 1942.