Articoli

Il decreto 268921 del 10 giugno 2021 relativo alla misura dello “Stoccaggio privato dei vini di qualità” per l’annualità 2021 prevede lo stanziamento dell’importo complessivo di 10 milioni di euro da erogare per lo stoccaggio dei vini.
Il decreto è stato pubblicato sul sito internet del Ministero.
Si evidenziano due importanti novità introdotte per l’annualità 2021:
1) l’accesso alla misura anche per i vini imbottigliati
2) l’introduzione di un sistema sanzionatorio per le aziende che non porteranno a
termine l’impegno di stoccaggio previsto che prevede l’esclusione da tutte le misure del PNS vitivinicolo per un periodo di due anni dall’accertamento del mancato impegno.
Restano inalterati l’importo dell’aiuto determinato in 0,060 euro/hl/giorno per i vini a DOCG e DOC e 0,040 euro/hl/giorno per i vini a IGT ed il periodo di stoccaggio fissato in 6 mesi.
Anche per l’annualità 2021 la domanda di accesso alla misura è presentata dai produttori interessati per ogni stabilimento dalla data che sarà indicata con apposita circolare AGEA; le domande saranno ricevibili per non più di 5 giorni.
Resta per l’annualità in corso la criticità legata ai controlli. Confagricoltura ha chiesto al MIPAAF di consentire al produttore che ha la necessità di commercializzare il prodotto di poterlo fare previa comunicazione a mezzo PEC all’organismo di controllo fornendo tutte le evidenze documentali inerenti alla partita di vino in stoccaggio; tuttavia il MIPAAF non si ancora ufficialmente pronunciato sulla questione.