Agricoltura attiva per affrontare la sfida climatica, l’importanza dell’approccio agro-ecologico, rafforzare gli elementi del biologico. Ecco i primi tre punti del “Manifesto del bio 2030” redatto nell’ambito della 31a edizione di Sana a BolognaFiere e frutto del confronto tra istituzioni e associazioni.
Il “manifesto” punta sullo sviluppo territoriale, sull’innovazione, sulla tracciabilità dei prodotti e pone l’obiettivo dell’adozione di un logo nazionale che renda riconoscibile il made in Italy anche nel campo delle produzioni ‘naturali’.
In questo senso anche il video-messaggio di Phil Hogan, commissario europeo per l’Agricoltura: “L’Unione Europea (l’Italia detiene la leadership a livello europeo in ambito biologico) crede fermamente nell’importanza delle produzioni da agricoltura biologica ed è per tale ragione che sostiene la crescita di questo mercato con un forte indirizzo politico e un sostegno diretto agli agricoltori“.

 

(foto tratta da: www.futurapress.it)