Il mercato nazionale – si legge sul sito: www.informatoreagrario.it  è rimasto praticamente isolato dal resto d’Europa, visto che il trasporto su gomma dall’estero verso il nostro Paese è sostanzialmente fermo a causa dell’epidemia di Covid-19. La conseguenza è che, anche in presenza di forti ribassi sui mercati internazionali nella settimana dal 9 al 13 marzo, i prezzi nazionali hanno retto senza particolari problemi. La scorsa settimana è stata poi caratterizzata da una generale ripresa delle quotazioni, che in Italia ha riguardato il frumento tenero, il mais e l’orzo, mentre sono rimasti invariati il frumento duro e i semi di soia.