Articoli

Con il prolungamento dell’emergenza sanitaria al 31 Dicembre 2021 (D.L. n. 105 del 23 luglio 2021 “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche” ) sono state prorogate le scadenze degli attestati di funzionalità delle macchine irroratrici scaduti nel 2020 e nel 2021 e non ancora rinnovati. Nello specifico, è prorogata al 31 marzo 2022 la validità degli attestati di funzionalità delle macchine irroratrici scaduti dal 1° gennaio 2020 al 31 marzo 2021 e non ancora rinnovati, mentre gli attestati di funzionalità con scadenza naturale dal 1° aprile al 31 dicembre 2021 hanno validità di 12 mesi dalla scadenza naturale.

Di seguito il riepilogo:

 

SCADENZA DELL’ABILITAZIONE O DELL’ATTESTATO PROROGA DI VALIDITÀ
Dal 1° Gennaio 2020 al 31 Marzo 2021 Se non ancora rinnovati e che a seguito delle precedenti proroghe nazionali giungeranno a scadenza nel periodo compreso tra il 1° Gennaio 2020 e il 31 Marzo 2021. 31 Marzo 2022 90° giorno successivo all’attuale data di fine dell’emergenza sanitaria fissata al 31 Dicembre 2021
Dal 1° Aprile 2021 al 31 Dicembre 2021 Rimane la scadenza fissata dal decreto “Milleproroghe” 12 mesi dalla scadenza naturale

 

 

Si ricorda che le proroghe in oggetto rappresentano un’opportunità e non un obbligo. Si suggerisce pertanto, onde evitare picchi di lavoro difficili da smaltire da parte dei Centri abilitati, di eseguire il controllo funzionale delle proprie irroratrici alla scadenza naturale dei rispettivi attestati di funzionalità.

 

Fonte: Settore fitosanitario Regione Piemonte

La Regione Piemonte, con la circolare n. 29398 del 21/12/2020 ha definito le deroghe per l’annualità 2020 relativamente ai controlli funzionali e regolazione volontaria delle irroratrici di cui all’Operazione 10.1.1 e misura 11 del PSR.
A causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, infatti, la legge n. 77 del 17/7/2020 ha prorogato la validità dei certificati in scadenza nel 2020, così come il periodo entro cui effettuare il primo controllo delle nuove irroratrici in scadenza nel 2020: per la stessa ragione le disposizioni regionali non hanno stabilito per il 2020 una scadenza anticipata per questi interventi rispetto a quelle adottate in attuazione del PAN.
La circolare precisa che “Rimangono comunque applicabili all’annualità 2020, per qualsiasi anno di impegno e con la graduazione prevista dalle disposizioni, le riduzioni di pagamento derivanti dal mancato rispetto di scadenze antecedenti il 1/1/2020 e dal protrarsi dell’inadempienza nel periodo operativo del 2020. In questi casi, infatti, la validità delle attestazioni di funzionalità delle irroratrici non si considera prorogata in base alla citata legge n. 77/2020. Le previste riduzioni di pagamento si applicano anche nei casi in cui, a seguito della richiesta di regolarizzare le irroratrici entro 30 giorni, non sia stata applicata l’esclusione per l’anno in corso e per quello successivo perché l’agricoltore ha ottemperato alla richiesta entro i termini o ha beneficiato della deroga sopra indicata”.

In allegato la circolare della Regione Piemonte

Verifiche-irroratrici_deroghe-annualita-2020_(29398-del-21-12-2020)_prot

In riferimento ai certificati di abilitazione all’acquisto ed alla vendita dei prodotti fitosanitari (articoli 8 e 9 del d.lgs. n.150/12, certificati di abilitazione alla vendita ed all’acquisto di prodotti fitosanitari), in scadenza nel 2020 o in corso di rinnovo, si ritiene opportuno segnalare che la loro validità è prorogata di dodici mesi e comunque almeno fino al novantesimo giorno successivo alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza (al momento fissata al 15 ottobre). Medesima proroga è prevista anche per gli attestati di funzionalità delle macchine irroratrici (art. 12 del d.lgs. n.150/12).
Difatti, il comma 5-bis dell’articolo 224 (misure in favore della filiera agroalimentare) del d.l. n. 34/20, cosiddetto Decreto Rilancio (modificato dalla Legge di conversione 17 luglio 2020, n. 77), ha modificato il comma 4-octies dell’articolo 78 del decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18, introducendo da una parte una proroga più estesa dei certificati e dall’altro chiarendo che si applica anche agli attestati di funzionalità delle macchine irroratrici.

Ai sensi della Legge 17 luglio 2020, n. 77 è disposta la proroga di 12 mesi della validità dei certificati di abilitazione e degli attestati di funzionalità delle macchine irroratrici, in scadenza nel 2020 o in corso di rinnovo.
Il provvedimento dispone che “In relazione alla necessità di garantire l’efficienza e la continuità operativa nell’ambito della filiera agroalimentare, la validità dei certificati di abilitazione rilasciati dalle regioni e dalle province autonome di Trento e di Bolzano, ai sensi degli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150, nonché degli attestati di funzionalità delle macchine irroratrici rilasciati ai sensi dell’articolo 12 del medesimo decreto legislativo n. 150 del 2012, in scadenza nel 2020 o in corso di rinnovo, è prorogata di dodici mesi e comunque almeno fino al novantesimo giorno successivo alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza”.