L’annata agraria si chiude il giorno di San Martino (11 novembre) e come tradizione Confagricoltura presenta per l’occasione il quadro aggiornato dell’agricoltura in Piemonte, con dati e bilanci per ogni comparto produttivo.
La situazione e le prospettive del settore primario saranno analizzati da Confagricoltura Piemonte alla luce di quanto sta avvenendo a livello politico, climatico e imprenditoriale nella conferenza stampa convocata per lunedì 12 novembre 2018, alle ore 10,30, a Torino, nella sede di Confagricoltura Piemonte, in corso Vittorio Emanuele II, n. 58 (secondo piano).

Questo il programma della mattinata:

SITUAZIONE E PROSPETTIVE DELL’AGRICOLTURA PIEMONTESE

Il bilancio dell’annata 2018: produzione e mercato

SALUTI E RELAZIONE

Enrico Allasia – Presidente Confagricoltura Piemonte

Presentazione dell’annata agraria a cura dei dirigenti delle Unioni Agricoltori del Piemonte

DIBATTITO

CONCLUSIONI

Luca Brondelli di Brondello – Componente Giunta nazionale Confagricoltura

Segue aperitivo

Confagricoltura prende atto delle dichiarazioni del Ministro per le Politiche Agricole Centinaio sull’avvio da parte dell’organismo pagatore Agea dell’erogazione dell’anticipo degli aiuti PAC 2018, nonché degli ulteriori pagamenti a vario titolo effettuati nell’ultimo trimestre.
Attraverso il primo decreto – informa Confagricolturasi è provveduto all’erogazione di 62 milioni di euro per le aziende delle regioni colpite dal terremoto e entro la prima metà di novembre si completeranno i pagamenti delle residue domande PAC, che proseguiranno poi nella seconda metà del mese per imprese per le quali saranno necessari approfondimenti istruttori“.
Le aziende agricole – sottolinea Confagricolturadebbono poter contare sulla tempestiva erogazione degli aiuti, ancor più in momenti di difficoltà economica. In questi giorni, in cui si contano i danni provocati dal maltempo che ha devastato coltivazioni, strutture ed infrastrutture, assume particolare rilievo l’impegno dell’Amministrazione nel recuperare i ritardi maturati nella erogazione degli aiuti per l’assicurazione delle colture previste dal programma di sviluppo rurale nazionale (PSRN)“.
Confagricoltura confida che si completi il più velocemente possibile il piano dei pagamenti avviato e si recuperi una capacità di spesa capace di mettere il nostro Paese al totale riparo dal rischio di disimpegno delle risorse comunitarie.

E’ entrato ufficialmente nel vivo il corso di formazione gratuito “Fattore WoW e esperienze di capability building”, con le prime due lezioni che si sono svolte lunedì 29 ottobre e lunedì 5 novembre presso il Polo Universitario ASTISS.
Organizzato da Sistema Monferrato, in collaborazione con Confagricoltura Asti e CIA Asti – partners del consorzio turistico – il corso vuole sviluppare un preciso piano di sviluppo dell’offerta turistica, ed è rivolto a imprenditori e professionisti della provincia di Asti (in questo caso 14) che hanno scelto di essere al passo con i tempi. Lo scopo ultimo è quello di “fare sistema”, creando una filiera turistica di qualità in grado di rispondere alle esigenze dei trend odierni. Le lezioni hanno visto finora protagonisti esperti del settore che hanno illustrato agli imprenditori gli strumenti per una corretta gestione della propria attività sia dal punto di vista della ricettività (turismo for all) sia per quanto riguarda la promozione e la commercializzazione dell’offerta (particolare attenzione è stata dedicata alle pubblicità mirate sia sui canali tradizionali sia su quelli digitali come ad esempio i social network, che rivestono un ruolo sempre più fondamentale per lavorare con i buyers odierni sia italiani sia stranieri).
Gli incontri hanno un taglio fortemente operativo perché finalizzati alla definizione di prodotti turistici direttamente commercializzabili. Particolare attenzione è rivolta a fornire elementi concreti per rendere le proposte il più accessibili e fruibili possibile”, afferma Andrea Cerrato, presidente di Sistema Monferrato.
Le ultime 4 lezioni si terranno, sempre di lunedì e sempre presso UNIASTISS, dalle ore 16 alle ore 20, mentre l’ultima lezione, l’experience day, prevista per il 10 dicembre, vedrà gli operatori stessi visitare il territorio. Gli incontri sono gestiti da professionisti di partner leader nei rispettivi settori: TheFlag, Stile DiVino Italy, IsItt – Istituto Italiano Turismo per Tutti. Per ulteriori informazioni è possibile contattare Sistema Monferrato o Confagricoltura Asti o consultare i seguenti siti web: www.sistemamonferrato.itwww.confagriasti.it

 

Le prime due lezioni del corso organizzato da Sistema Monferrato che si sono svolte presso l’Università di Asti 

 

E’ stata completata l’organizzazione del prossimo evento di promozione del vino con gli operatori di Canada, USA, Sudest Asia nell’ambito delle attività programmate con l’OCM vino 2018

Le attività si svolgeranno dal 22 al 23 novembre in Veneto presso l’Hotel Crowne Plaza di Verona

Potete scaricare qui la Scheda Iscrizione Evento Ocm Vino Verona novembre 2018

Info: Pina Romano – Responsabile Competitività territoriale – Direzione Organizzativa

Tel.:  +39 066852.251 – Fax:+39 066852438

E-mail: romano@confagricoltura.it

(foto: ocmvino.it)

Il prossimo 25 novembre è l’ultimo giorno utile per votare on-line i progetti che partecipano al bando “Coltiviamo Agricoltura Sociale”, organizzato da Confagricoltura e Onlus Senior – L’Età della Saggezza, in collaborazione con Rete Fattorie Sociali, Intesa Sanpaolo, Università di Roma Tor Vergata, con l’obiettivo di incentivare l’agricoltura sociale favorendo e accompagnando lo sviluppo di attività imprenditoriali in grado di coniugare sostenibilità e innovazione.
Il concorso, alla sua terza edizione, prevede tre premi in denaro (ognuno da 40 mila euro per un totale di 120 mila) e poiché l’agricoltura ha bisogno di imprenditori sempre più specializzati e preparati, oltre al premio in denaro, saranno destinate ai vincitori e ai progetti più meritevoli otto borse di studio per partecipare al “Master di Agricoltura Sociale” presso l’Università di Roma Tor Vergata.
Confagricoltura Asti sostiene il progetto “Coccole e sorrisi”, presentato dalla cooperativa sociale L’Asinergia di Sessant d’Asti. Questo progetto prevede la costituzione di un centro permanente ad Asti di interventi assistiti con animali, con le seguenti specie previste: asino, cavallo, cane, gatto, coniglio.
Il progetto prevede la formazione tecnico-specifica di alcuni operatori (soggetti con disagio) e volontari e l’acquisto di attrezzature per le attività.
Per votare il progetto “Coccole e Sorrisi” è possibile collegarsi al seguente link: www.coltiviamoagricolturasociale.it/progetti/coccole-e-sorrisi. Cliccare sul link, iscriversi e dopo aver ricevuto la mail di iscrizione, votare il progetto “Coccole e Sorrisi”.