In Senato è stato approvato il DDL “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”.
In particolare, dopo un dibattito in aula molto acceso, sono stati approvati solo due emendamenti, sul marchio biologico italiano e sul materiale riproduttivo biologico. Il testo torna ora alla Camera per la terza lettura, dove verranno esaminate esclusivamente le modificazioni apportate dal Senato, per l’approvazione definitiva.