,

Confagricoltura chiede al MIPAAF maggiore flessibilità per le misure del PNS vitivinicolo

Confagricoltura ha recentemente evidenziato al MIPAAF l’attuale difficoltà a rispettare le scadenze legate alla misura di ristrutturazione e riconversione vigneti.
Particolare è stata evidenziata una serie di problematiche che influenzano negativamente la tempistica preventivata in fase di adesione alle misure: materiali difficili da reperire e consegnati con grande ritardo, costi degli stessi notevolmente lievitati in alcuni casi raddoppiati e triplicati, nonché difficoltà a recuperare manodopera per gli effetti della pandemia.
Vista la situazione Confagricoltura ha evidenziato l’urgenza di individuare soluzioni che vadano verso una maggiore flessibilità per poter ultimare gli investimenti e adempiere agli impegni sottoscritti. È stato anche chiesto di considerare la possibilità di prolungare la durata delle autorizzazioni per nuovo impianto/reimpianto e di prolungare la durata degli impegni per le misure RRV e investimenti.
Inoltre, è stato richiesto di estendere l’applicazione delle misure transitorie previste dall’art. 5 comma7 del Reg. 2021/2117 anche alle annualità precedenti all’annualità 21/22. A questo proposito rammentiamo che le misure transitorie consentono per l’annualità 21/22 di completare le opere entro il 15 ottobre 2025 a fronte dell’impegno di attuare parzialmente le operazioni e sostenere il 30% delle spese entro il 15 ottobre 2023.