I venti di guerra infiammano i listini delle commodities

Martedì il listino della Borsa Merci di Milano è letteralmente impazzito, con aumenti da 45 a 50 euro a tonnellata per i frumenti di forza, che oggi quotano 410-430 euro a tonnellata, da 58 a 63 euro per il frumento panificabile superiore, quotato a 400-410 euro tonnellata, da 70 a 79 € per il frumento panificabile per il frumento biscottiero, quotati da 400 a 410 euro a tonnellata. In aumento anche i frumenti esteri, gli sfarinati di frumento tenero, i sottoprodotti della lavorazione del grano tenero del grano duro. Anche il mais ha aumentato fortemente i prezzi. Quello alimentare a preso oltre 70 euro a tonnellata e oggi è quotato da 398 a 400 euro, quello comunitario quota da 405 a 415 euro a tonnellata, mentre quello non comunitario, che è aumentato da 84 a 88 euro, vale 400 -430 euro a tonnellata. In aumento anche i derivati della lavorazione del mais, l’orzo nazionale pesante (in aumento di 82 euro a tonnellata, a 388-396 euro tonnellata), le farine di estrazione, i grassi animali, la farina di pesce, i foraggi. I semi di soia esteri sono quotati da 685 a 709 euro a tonnellata.

Di seguito il link alla Borsa Merci di Milano di martedì 8 marzo

Quotazioni_Cereali_Milano_220308