Confagricoltura, Cia e Copagri giudicano positivo l’accordo raggiunto sulla riforma di AGEA. L’impianto del provvedimento, anche con gli adeguamenti apportati, ha mantenuto lo schema iniziale, affidando il coordinamento operativo di AGEA al Mipaaft e assicurando l’impossibilità che i dati degli agricoltori possano essere utilizzati da strutture diverse dalla pubblica amministrazione. Rimane l’auspicio che questa riforma produca effetti incisivi nella semplificazione e nella gestione del sistema di erogazione delle provvidenze comunitarie e della banca dati dell’intero comparto agroalimentare italiano. Confagricoltura, Cia e Copagri esprimono inoltre soddisfazione per la convergenza sul provvedimento anche da parte di chi, Regioni e organizzazioni agricole, si era espresso inizialmente contrario.

 

(Fonte: terraevita.edagricole.it)