Il Consiglio dei Ministri che si è riunito ieri pomeriggio ha approvato un Decreto Legge, definito “Decreto rilancio”, che reca misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali, connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.
Tra gli interventi previsti anche un contributo a fondo perduto, ma soltanto a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019. Questo significa che per beneficiare del contributo le imprese dovranno aver avuto un calo dei ricavi del 67%.
È previsto anche un “Fondo emergenziale a tutela delle filiere in crisi”, con una dotazione di 450 milioni di euro per l’anno 2020, finalizzato all’attuazione di interventi di ristoro per i danni subiti dal settore agricolo, della pesca e dell’acquacoltura.
Per approfondimenti, tenendo presente che è necessario attendere la pubblicazione del decreto legge sulla Gazzetta Ufficiale, si può consultare il sito del Governo al link che segue:

http://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-45/14602